Uriah Heep

Non ci sono eventi di Uriah Heep in questo momento

Aggiungi Uriah Heep ai tuoi preferiti per ricevere le ultime news e aggiornamenti.

Maggiori Informazioni

Gli Uriah Heep sono un gruppo hard & heavy inglese nato agli inizi degli anni settanta.

Tutto inizia con una band chiamata "The Stalkers" nella quale militano il chitarrista Mick Box e il cantante David Byron. Quando il gruppo si scioglie i due fondano gli "Spice", ai quale si unisce presto anche il bassista Paul Newton, e successivamente anche il batterista Alex Napier. La fama degli Spice aumenta, e una sera ad un loro spettacolo c'è anche il produttore musicale Gerry Bron, che li invita ad alcune sessioni in studio. Bron suggerisce ai quattro di ingaggiare un tastierista, e la scelta finale cade, su consiglio di Newton che lo conosceva dai tempi dei "The Gods", su Ken Hensley. A questo punto il nome alla band viene mutato in Uriah Heep, nome suggerito da Bron (che diventerà il loro manager) e preso in prestito dal personaggio presente nel romanzo di Charles Dickens David Copperfield.

Nel 1970 esce il primo disco, chiamato Very 'eavy...Very 'umble, prodotto dallo stesso Bron. Alla batteria si avvicendano prima Nigel Olsson (poi batterista con Elton John, che in più era un carissimo amico di David Byron), e poi Alex Napier. L'album non viene accolto per niente bene, tanto che la giornalista Melissa Mills afferma dalle colonne di Rolling Stone: "Se questo gruppo ce la farà io dovrò suicidarmi..."
Nel 1971, dopo l'ingresso in formazione del batterista Keith Baker, viene pubblicato Salisbury, un'opera rock monumentale. Questo soprattutto per la suite omonima di 16 minuti, che viene suonata insieme ad un'orchestra di 24 elementi, e che conclude grandiosamente il disco. Da notare anche Bird Of Prey, sicuramente progenitrice di tutto un genere che dalla fine degli anni ottanta verrà definito come Epic Metal.
Dopo l'uscita di "Salisbury" gli Uriah Heep partono per il loro primo tuor negli Stati Uniti con il nuovo batterista, Ian Clarke, e al ritorno Bron fonda la "Bronze Record". A questo punto la band va in studio a registrare il terzo disco, Look at Yourself: qui il suono della band diventa sempre più pesante (Look at Yourself, Shadows of Grief) e in certi casi anche "sporco" (Tears in My Eyes, Love Machine), ma nel disco sono presenti anche tracce come July Morning (con un assolo di moog di Manfred Mann) e What Should Be Done, interessante esempio del loro lato più soft.

In questi anni gli Uriah Heep sono guidati dal multi-strumentista Ken Hensley, che oltre a suonare organo, pianoforte, moog e cantare, si offre come seconda chitarra (principalmente slide) per molte canzoni di impatto più violento.

Nel 1972 esce quello che viene definito da molti il capolavoro degli Uriah, Demons & Wizards, album nel quale non troviamo più né Paul Newton né Ian Clarke che sono stati rimpiazzati dall'ex-bassista di Keef Hartley, Gary Thain, e dal batterista Lee Kerslake. La band trova così la sua formazione più classica, con cui registrerà anche The Magician's Birthday nel 1972, Uriah Heep Live e Sweet Freedom nel 1973, e infine Wonderworld nel 1974. Tutti questi album avranno dei riconoscimenti internazionali, e faranno crescere la fama del gruppo. Nel 1975 Thain verrà però escluso dal gruppo in favore di John Wetton (già dei Family e dei King Crimson tra gli altri) a causa di problemi con l'eroina, di cui Gary abusava continuamente, e che lo portò alla morte lo stesso anno. Con questa nuova formazione il gruppo registrò nel 1975 l'album successivo, Return to Fantasy, che avrà anch'esso un buon riscontro di critica e pubblico.

Con il successo però aumentano i contrasti tra i membri della band, e i problemi con l'alcol di Byron non aiutano certo la situazione. Così il cantante è costretto a lasciare il gruppo nell'estate del 1976, dopo il tour successivo alla pubblicazione di High and Mighty. Anche Wetton abbandona il gruppo, e viene sostituito da Trevor Bolder. Come cantante viene assunto invece, su consiglio di Roger Glover che vi aveva lavorato insieme, John Lawton. Con la nuova formazione esce nel 1977 Firefly, album un po' diverso dai precedenti, seguito nello stesso anno da Innocent Victim, e l'anno successivo Fallen Angel, tutti con la medesima formazione.

Nel frattempo però nascono altri malumori, e quando nel 1979 gli Uriah Heep entrarono in studio per l'album successivo, Lawton e Kerslake abbandonano il gruppo. Vengono sostituiti rispettivamente da John Sloman e dal futuro AC/DC Chris Slade. Nel 1980 esce quindi Conquest, che però non entusiasma. Questa volta però, dopo il tour è Hensley ad abbandonare gli Heep. Inizialmente si prosegue con l'ingresso in formazione del tastierista  canadese Gregg Dechert, ma quando all'inizio del 1981 anche Sloman lascia il gruppo, Box opta per la rifondazione.

Sceglie di riconfermare Bolder per il ruolo di bassista, mentre per il cantante decide di ripuntare su Byron. Però Byron rifiuta, e così Bolder decide di accettare l'offerta dei Wishbone Ash. Rimasto solo, Box, dopo un po' di sconforto, si rimette alla ricerca di musicisti: riesce a convincere Lee Kerslake a rientrare nella band, mentre come bassista viene ingaggiato l'australiano ed ex-Rainbow Bob Daisley, che insieme a Kerslake aveva appena finito la collaborazione con Ozzy Osbourne. La rifondazione si conclude con gli innesti di John Sinclair come tastierista, e dell'ex-Trapeze Peter Goalby come cantante.

I cinque cominciano subito a lavorare per il nuovo album, e quando nel 1982 Abominog esce sul mercato viene accolto decisamente molto meglio di come erano stati accolti gli ultimi album della band. Anche il successivo Head First, uscito nel 1983, ebbe la stessa sorte. Con la sola defezione di Daisley, per altro sostituito dal rientrante Trevor Bolder, la band pubblica due anni più tardi Equator, che raccoglie i medesimi successi di critica dei suoi due predecessori. Nonostante questo Goalby e Sinclair lasciano il gruppo nel 1985. Il posto di quest'ultimo viene preso da Phil Lanzon, mentre come cantante viene in un primo momento assunto Steff Fontaine, ma dopo soli pochi mesi Fontaine viene sostituito dal canadese Bernie Shaw.

Finalmente gli Uriah Heep trovano una formazione stabile (durerà infatti per ventun anni). Nel 1988 viene pubblicato Il primo disco dalla nuova formazione, Live in Moscow, mentre il debutto in studio avviene l'anno successivo con Raging Silence, seguito nel 1991 da Different World, Sea of Light nel 1995, e infine Sonic Origami nel 1998, ma la band è più attiva dal vivo che non in studio.

Purtroppo il 2007 segna l'abbandono di Kerslake a causa di problemi di salute. Il batterista viene sostituito da Russell Gilbrook, e nel 2008, dopo dieci anni dall'ultimo album in studio, il gruppo registra Wake the Sleeper.



Formazione:

    • Bernie Shaw - Voce
    • Mick Box - Chitarra
    • Phil Lanzon - Tastiere
    • Trevor Bolder - Basso
    • Russell Gilbrook - Batteria